Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

28 Via Roma Chiuro

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Coupon 10 Ingressi

Coupon 4
Ingressi

Coupon 1
Ingresso

Coupon 10 Ingressi

Coupon 4 Ingressi

Coupon 1 Ingresso

Abstract


Il monastero immerso tra i vitigni dove si celebra il sole

Un monastero immerso tra i filari proprio sotto il Dossum Bellum, dove la leggenda vuole che si riunissero le streghe. Un monastero che racconta dell’antica coltivazione della vite e produzione del vino da parte dei monaci che lo abitarono. Lo si cita già in una pergamena del 1195, come cenobio dipendente dal monastero di San Giovanni di Vertemate in provincia di Como. In un inventario dei beni del 1377 si elencano gli ambienti e gli attrezzi indispensabili per la vinificazione. Sul finire del Trecento sino ai primi decenni del Quattrocento il monastero raggiunse il massimo splendore, visibile ancora oggi nella torre campanaria e nel rosone in marmo di Musso sul fronte principale che riassume il simbolo del sole: Sol invictus, Lux Mundi et Sol justizie, ed è metafora dell’ordine cosmico. Quando, sul finire del Quattrocento, i monaci abbandonarono San Bartolomeo, la chiesa fu adibita al culto per gli abitanti del luogo. L’istituzione della parrocchia avvenne nel 1629. L’attuale chiesa fu riedificata a partire dalla metà del Seicento inglobando  nel perimetro l’arcaico campanile. Accanto alla chiesa sorse la canonica, un armonico edificio costruito nel 1702 sulle preesistenze del cenobio cluniacense, oggi abitazione privata.

COMING SOON

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori

Send this to a friend