Abstract


Le tombe di Ruggero nell’antico tempio

La sua fondazione risale a Gualtiero Offamilio, arcivescovo della città dal 1169 al 1190. Fu già moschea in epoca islamica e convertita in chiesa cattedrale da Roberto il Guiscardo. I suoi elementi esclusivi sono le tarsie e la plastica architettonica e scultorea che riflette la penetrazione in Sicilia dell’arte romanica e del primo gusto decorativo gotico. L’edificio ha subìto una ristrutturazione tardo-settecentesca. A questo periodo risale la sistemazione dei sarcofagi reali e imperiali normano-svevi nelle prime due cappelle della navata di destra, dove si conservano le spoglie di Ruggero II e di sua figlia Costanza.

 

COMING SOON

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori

Send this to a friend