Abstract


Il trionfo dei marmi nella Casa dei Gesuiti

Uno dei più grandi esempi del barocco fiorito siciliano che lascia senza fiato. Gioiello nel cuore del quartiere dell’Albergheria, la chiesa del Gesù, annessa alla Casa Professa dei Padri Gesuiti, è un trionfo di putti, cornici, decorazioni a marmi mischi e tramischi che ricoprono ogni centimetro quadrato. Il 9 maggio 1943, per un bombardamento aereo nemico, venne distrutta la cupola e alcune parti della volta centrale. Prontamente ricostruita sull’antico disegno, venne riaperta la culto nella sua piena magnificenza, il 5 dicembre 1954. Al suo interno rimangono intatte le opere commissionate di Padri della Compagnia ai più grandi artisti del panorama siciliano. Pietro Novelli, Ignazio Marabitti, Camillo Camilliani, Gaspare Bazzano, Antonio Grano sono solo alcuni dei grandi geni che contribuirono alle decorazioni del maestoso tempio gesuita, ultimate soltanto 150 anni dopo la posa della prima pietra nel 1564.

 

COMING SOON

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori

Send this to a friend