Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

76 Strada Statale 122bis

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Abstract


Sicani e sicelioti, l’Isola prima dei Greci

La nuova sede del Museo archeologico regionale è stata inaugurata nel 2006, una struttura poligonale progettata dall’architetto Franco Minissi. Le collezioni offrono un quadro completo sulla cultura materiale delle popolazioni indigene sicane che vivevano in questa parte di territorio prima e dopo la fondazione della colonia greca di Gela sulla costa (689/688 avanti Cristo). Si segnalano reperti bronzei, ma soprattutto ceramici del VII-IV secolo avanti Cristo, provenienti dalle aree archeologiche dell’entroterra siciliano, in particolare Gibil Gabib e Sabucina, oltre che dalle zone archeologiche di Vassallaggi e di Dessueri, queste ultime appartenenti all’età del Bronzo. Il museo custodisce inoltre i reperti provenienti dal sito di Polizzello, fondamentali per la conoscenza delle culture indigene dell’età del Ferro (IX- VII secolo avanti Cristo), la cui produzione artistica fu fortemente influenzata dalla tradizione egeo-micenea. Del percorso espositivo fanno parte anche alcuni manufatti rinvenuti a Capodarso (VI-IV secolo avanti Cristo), nonché vasellame e oggetti bronzei provenienti da Monte Raffe (IV secolo avanti Cristo) e da Cozzo Scavo (IV secolo avanti Cristo). Il pezzo più noto del museo è un modellino fittile di tempietto rivenuto a Sabucina (inizi V secolo avanti Cristo) che permette di osservare in dettaglio tutte le caratteristiche di una struttura di culto indigena. Il museo dispone di un percorso destinato ai fruitori non vedenti e ipovedenti.

COMING SOON

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori

Send this to a friend