Informazioni Utili


Apertura

Informazione presto disponibile

Indirizzo

85 Via Atenea

Biglietto

Informazione presto disponibile

Accessibilità

Informazione presto disponibile

Note

Informazione presto disponibile

Abstract


L’antico tesoro delle monache benedettine

È il più celebre dei monumenti medievali della città, splendido, da non perdere. Per gli agrigentini è “Bataranni”, in dialetto, che significa la “Badia Grande”. Fondato nel 1299 dalla marchesa Rosalia Prefoglio, moglie di Federico I di Chiaramonte e madre di Manfredi, che negli ultimi anni della sua vita decise di donare la struttura alle monache benedettine dell’ordine cistercense. L’ingresso immette in un bellissimo chiostro. Al pianterreno: la cappella eretta da Costanza II di Chiaramonte intorno al 1350; l’Aula Capitolare, con portale, due grandi finestre bifore in tipico stile chiaramontano a zig zag e il soffitto con archi ogivali; il grande refettorio realizzato nel 1621. Al primo piano, da visitare il dormitorio con soffitto ligneo e archi a sesto acuto della prima metà del Seicento e la Sala della Torre. L’ultimo piano ospita la sezione etno-antropologica del Museo civico.

COMING SOON

Mappa


Monastero-e-chiostro-di-Santo-Spirito-detto-Badia-Grande-1.jpg 9 mesi fa
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Monastero-e-chiostro-di-Santo-Spirito-detto-Badia-Grande-2.jpg 9 mesi fa
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Monastero-e-chiostro-di-Santo-Spirito-detto-Badia-Grande-3.jpg 9 mesi fa
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Monastero-e-chiostro-di-Santo-Spirito-detto-Badia-Grande-4.jpg 9 mesi fa
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Mostro 4 risultati
Votazioni
In evidenza/Non in evidenza
Gestita/Non Gestita
Mostro 1 risultati di 20 su 122

Editor Picks

Le Vie dei Tesori

Send this to a friend