Votazioni
In evidenza/Non in evidenza
Gestita/Non Gestita
MIRTO-Concerto-Oriana-Civile.jpg
Via Cupane, 64, 98070 Mirto ME, Italia

Alan Lomax e la banda musicale, omaggio al grande etnomusicologo

È il luglio del 1954 quando un bizzarro americano arriva in Italia con l’intento di registrare la straordinaria varietà e bellezza delle musiche della tradizione popolare. Si chiama Alan Lomax, ed è uno degli etnomusicologi più importanti al mondo. Dopo avere girato mezzo pianeta, dall’Europa all’America, resta folgorato dalla Sicilia e si ferma a Mirto dove incide tre canti contadini che finiscono nella raccolta “The Alan Lomax Collection, Italian Treasury, Sicily”. Contadini che – racconta – “cantarono per me la più commovente canzone che io avessi mai sentito in tutta Italia, una canzone che mi ricordò l’infinita pena dei neri del Mississippi e del Texas”. Adesso un evento speciale ricorda in musica quest’esperienza straordinaria, con un concerto che vedrà insieme la cantante Oriana Civile e la banda musicale di Mirto. Per l’occasione, sarà intitolata una piazzetta ad Alan Lomax, allestito un itinerario Lomax con installazioni di gigantografie del suo itinerario siciliano e per l’occasione l’etnomusicologo Sergio Bonazinga del centro A. Lomax di Palermo e curatore della mostra, terrà un convegno sul personaggio Lomax.

mirto-Museo-Colapesce-(2).jpg
Via Umberto I, 70, 98070 Mirto ME, Italia

Autografi e pensieri di grandi nomi che passarono dal bar dell’Hotel delle Palme

Il giardino di Colapesce nasce per iniziativa di Toni Librizzi, un personaggio particolare, per quarant’anni barman del Grand Hotel et des Palmes di Palermo. Un testimone delle visite in Sicilia di famosi personaggi della cultura e della politica. Di questa storia di vita, Librizzi ha conservato quattromila preziosi cimeli che adesso sono esposti nella sua casa di Mirto, in un museo gestito dalla Fondazione Colapesce. Compresi i preziosi album di Librizzi che sollecitava i personaggi di passaggio a lasciare scritto un ricordo, un pensiero, una nota, un disegno. Ha scritto Vincenzo Consolo: “Una mappa questo album di un luogo e di un tempo… Per quale motivo questi personaggi sono giunti a Palermo; quali di essi si sono tra loro incontrati e quali vicende ne sono scaturite? Un romanzo allora si potrebbe scrivere: l’affascinante romanzo dell’Hotel delle Palme di Palermo”. Ogni scritto, ogni oggetto ha una storia. La bacchetta di Mascagni regalata da Ubaldo Mirabelli, sovrintendente del teatro Massimo, una lampada di Edison che viene dalla famiglia della moglie danese Lise. Le serate trascorse con Guttuso e con Sciascia e poi il bicchiere disegnato da Al Pacino, i bozzetti schizzati da De Chirico o da Pomodoro.  I grandi attori italiani, Fo, Buazzelli, Manfredi… All’esterno del Museo una scultura di marmo onice raffigura di Colapesce, personaggio mitico, secondo una leggenda nato a Mirto.

 

Mostro 2 risultati

Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend