Votazioni
In evidenza/Non in evidenza
Gestita/Non Gestita
SAVOCA-Tour-Borgo-IN-CALESSE.jpg
Piazza Fossia, 98038 Savoca ME

Visitare il borgo del “Padrino” anche sul calessino

Se vi piace la natura, amate gli animali, siete appassionati di storia, non potete perdere una passeggiata alla scoperta di uno dei borghi più affascinanti: quello di Savoca che nasconde un centro storico che permette di calarsi improvvisamente in due secoli addietro. Non per nulla Francis Ford Coppola l’ha scelta per girare alcune scene del “Padrino”. La passeggiata porterà alla scoperta dei principali siti, la chiesa di San Nicolò, il bar Vitelli, i vicoli in pietra, gli angoli fioriti, gli scorci autentici e i panorami mozzafiato. E siccome ogni visitatore ha le sue esigenze, eccoci pronti a guidarvi per Savoca a piedi, oppure su un calessino per chi preferisce non camminare.

Savoca-Tour-Borgo-a-piedi-2.jpg
Piazza Fossia, 98038 Savoca, ME, Italia

Visitare il borgo del “Padrino” anche sul calessino

Se vi piace la natura, amate gli animali, siete appassionati di storia, non potete perdere una passeggiata alla scoperta di uno dei borghi più affascinanti: quello di Savoca che nasconde un centro storico che permette di calarsi improvvisamente in due secoli addietro. Non per nulla Francis Ford Coppola l’ha scelta per girare alcune scene del “Padrino”. La passeggiata porterà alla scoperta dei principali siti, la chiesa di San Nicolò, il bar Vitelli, i vicoli in pietra, gli angoli fioriti, gli scorci autentici e i panorami mozzafiato. E siccome ogni visitatore ha le sue esigenze, eccoci pronti a guidarvi per Savoca a piedi, oppure su un calessino per chi preferisce non camminare.

SAVOCA-MUSEO-ACCIAIO-ARTISTA-NINO-UCCHINO-(3).jpg
Via Provinciale, Snc, 98038 Savoca ME, Italia

Nella bottega dell’artista che rende vivo il ferro

Siamo a Savoca di fronte al bar Vitelli, esattamente dove Coppola qualche decennio fa girò alcune scene del “Padrino”: e improvvisamente appare un asino di ferro meccanico che, pagata una monetina, vi racconterà la storia del borgo. È un’opera di steel art (quella branca che forgia i metalli) di Nino Ucchino, e si intitola “L’asino immortale”. L’artista – che è nato a Santa Teresa Riva ma praticamente è ormai stabile a Savoca – è il protagonista di questa esperienza visto che aprirà il suo laboratorio: Ucchino per un certo periodo di tempo ha esposto a Milano e ha studiato con Giulio Carlo Argan, ma a un certo punto ha deciso “per scelta intellettuale e umana” di vivere e produrre arte nei suoi luoghi di origine, tra Santa Teresa di Riva e Savoca. Ve lo racconterà di persona, mostrando il suo vero “antro da alchimista” contemporaneo. 

Luogo di ritrovo: all’Asinello all’ingresso del borgo (via Provinciale sn)

 

Mostro 3 risultati

Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend