Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

10 Via Duomo

Durata visita

-

Accessibilità

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


La casa della Bella Signora” che salvò la figlia del duca

Un tempo andare a piedi era un esercizio abbastanza impegnativo. Così, quando si poteva, ci si faceva trasportare. È quel che facevano, nel Settecento, i parroci di Collesano: quando c’era la processione del Corpus Domini, montavano su una raffinata portantina con intarsi dorati e fini pitture, per seguire il simulacro in tutta comodità, senza sporcarsi le scarpe e l’orlo della tonaca. Una di quelle portantine oggi è custodita fra le navate cinquecentesche della basilica di San Pietro, con numerose opere di artisti locali. Un terzetto proveniva da Gangi: Gaspare Vazzano, lo Zoppo di Gangi, dipinse gli affreschi del presbiterio, tra il 1618 e il 1624, raffigurando, in vividi colori, episodi evangelici e storie dei Santi Pietro e Paolo; Giuseppe Li Volsi, abile scultore e stuccatore, realizzò le statue degli stessi due santi, e Giuseppe Salerno (anche lui spesso detto lo Zoppo di Gangi, creando non poca confusione) dipinse un ciclo di pitture dedicate all’Eucarestia nella Cappella del Crocifisso (dove c’è anche un tabernacolo attribuito a Domenico Gagini). A Collesano risiedeva Andrea Russo, l’intagliatore che, tra il 1570 e 1578, realizzò il coro ligneo, ed era di queste parti anche Giovanni Giacomo Li Varchi, che affrescò la cappella intitolata alla patrona Maria SS. dei Miracoli, effigiata in un dipinto di ignoto. È lei la “bella signora” che salvò la figlia del duca di Collesano da morte certa prendendola in braccio per attutirne la caduta dall’alto del castello. Erano ugualmente madoniti, infine, Vincenzo Pernaci e Antonello Sillaro, gli autori del Crocifisso della Provvidenza (1555), una grandiosa macchina lignea sospesa al soffitto della navata centrale.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend