Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

Villaggi Schisina, Francavilla di Sicilia, SS185

Durata visita

-

Accessibilità

-

Contributo

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero coupon

Abstract


I borghi invivibili che i contadini rifiutarono 

Siamo a 11 chilometri appena da Graniti ma Borgo Schisina è una scoperta inaspettata, emblema di come si ridusse in cenere la “rivincita agraria” del dopoguerra. Nel 1950 la Regione Siciliana creò l’Eras (Ente per la Riforma agraria in Sicilia) con l’obiettivo di espropriare ed assegnare i vecchi latifondi ai contadini più poveri che un domani avrebbero potuto riscattare i terreni a un prezzo puramente politico. La contessa Maria Maiorca Mortillaro cedette così 748 ettari del suo feudo a quasi 23 milioni di vecchie lire, un’enormità, e furono realizzate 164 abitazioni da assegnare per sorteggio, divise in sette villaggi: Borgo Schisina era quello più grazioso, il fiore all’occhiello dell’Eras e centro amministrativo di tutta l’organizzazione montana. Ma subito dopo l’assegnazione, 64 contadini rifiutano le terre, e altri 100 rifiutarono invece di stabilirsi a Schisina con le famiglie: le case erano di due soli locali, una cucina e una camera da letto, senza luce e senza acqua corrente. Neanche famiglie poverissime avrebbero mai potuto accettare simili condizioni di vita. Le case non furono mai abitate e in poco più di un decennio i borghi divennero dei luoghi fantasma. qui Michelangelo Antonioni ha girato alcune scene de “L’avventura”.  Le visite sono organizzate con l’associazione Ascosi Lasciti. 

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend