Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

SS189

Durata visita

-

Accessibilità

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il patto scellerato per spodestare re Martino

Il complesso di San Pietro si presenta oggi come un aggregato di corpi di fabbrica, su cui svetta una torretta merlata. Se ne trova traccia già sin dal 1094, quando il Gran Conte Ruggero, nell’elargire doni all’abbazia di San Bartolomeo di Lipari, include anche la chiesa di San Pietro con le terre e venti villani. E non mancano gli intrighi di palazzo. Gli storici raccontano che in questo casale, il 10 luglio del 1391, si riunirono i quattro vicari del Regno di Sicilia, Manfredi di Alagona, barone di Vizzini, Andrea Chiaramonte, conte di Modica, Guglielmo Peralta, conte di Caltabellotta e Antonio Ventimiglia, conte di Collesano con lo scopo di disconoscere come sovrano Martino d’Aragona il giovane. Ma il Patto di Castronovo venne tradito e Martino, che intanto era stato costretto a sposare per interesse la non più giovane Maria, figlia di Federico III d’Aragona, fu ugualmente incoronato re nel 1392 nella cattedrale di Palermo

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend