Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

6 Piazza Martorana

Durata visita

-

Accessibilità

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il cuore sociale del borgo, ricordando il sindacalista ucciso

Piazza Maddalena è il luogo principe, il cuore di Santo Stefano di Quisquina di fronte alla Chiesa Madre, affacciata sulla villa comunale. Si parte dal nome: stefanos deriva dal greco e significa infatti corona (quella dei Monti Sicani) e si pensa sia stato dato dai monaci bizantini. Quisquina deriva invece dall’arabo coschin, ovvero ombroso, in questo caso dato dai musulmani al monte che sovrasta ad est il paese, chiamato Serra della Quisquina. Il nome attuale del paese è stato invece assunto solo nel 1863 dopo l’Unità d’Italia. Al centro della piazza, la statua dedicata a Lorenzo Panepinto, maestro, giornalista e studioso, ma soprattutto sindacalista, esponente di grande rilievo dei Fasci Siciliani: sognava di cambiare le sorti della Sicilia, aiutava i contadini senza diritti e fu ucciso con due fucilate nel 1911. Un viale di tigli conduce alla villa comunale, costruita attorno al 1900, più come impianto botanico che doveva fronteggiare le numerose frane. E’ fornita di un “giardino all’italiana”, un prato e, nella zona inferiore, un boschetto di pini, frassini, eucalipti e cipressi.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend