Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

25 Via Roma

Durata visita

-

Accessibilità

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il miracolo della pioggia  e la chiesa restituita dopo il terremoto

Dalla chiesa medievale di Santa Margherita del 1492 nasce quella del Santissimo Crocifisso nel ‘700 ricostruita per volontà del popolo. Nel 1579, durante una tremenda siccità, il Crocifisso fu portato in processione e alla fine giunse la pioggia tanto attesa. Il prospetto principale è in conci tufacei, con due ordini separati da cornice. Nel primo emerge un portale barocco a timpano spezzato con lesene, capitelli ionici, festoni e volute acatiformi. Il simulacro che raffigura il Redentore è della fine del XV e i primi del XVI secolo. Con un fercolo neo-gotico insieme alla croce lastronata in diaspro è portato in processione il primo venerdì dopo Pasqua. L’interno della chiesa a unica navata con volta a botte contiene decorazioni in stucco d’ispirazione serpottiana, di Nicolò Curti da Castelvetrano, del 1752 oltre a puttini, angeli nelle cappelle laterali e dipinti. Nell’altare maggiore in marmo policromo con intarsi lignei ci sono scene della passione di Cristo provenienti dalla chiesa Montevergini di Palermo. La chiesa che venne chiusa dopo i danni provocati dal sisma del ’68 che colpì il Belìce, è stata riaperta al culto dopo 33 anni in occasione dei festeggiamenti del 20 aprile del 2001 dedicati al Santissimo Crocifisso.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend