87.jpg
Via Giuseppe Sciuti, n.83, Palermo, PA, Italia

Una passeggiata molto speciale per ricordare l’assassinio del piccolo Claudio Domino ucciso nel quartiere di San Lorenzo il 7 ottobre 1986 e per ricordare anche altri martiri uccisi dalla mafia. La passeggiata ripercorrerà la temperie politica e culturale palermitana degli anni 80, visitando alcuni dei luoghi che furono teatro di queste stragi di mafia, specialmente nel periodo compreso tra il 1981 e il 1983. Il punto di incontrò sarà davanti alla chiesa di San Michele Arcangelo per spostarsi in via Pipitone Federico sul luogo della Strage di Rocco Chinnici, 29 Luglio del 1983, quando morirono anche i due uomini della scorta, Mario Trapassi e Salvatore Bartolotta, e Stefano Li Sacchi, portiere dello stabile. Dopo si andrà in via Cesareo per ricordare l’assassinio di Giuseppe Insalaco, il sindaco dei 100 giorni ucciso nel 1988. Successivamente si andrà in via Libertà, dove venne assassinato Piersanti Mattarella il 6 gennaio del 1980. Poi si giungerà alla lapide di Calogero Zucchetto, l’agente di polizia che collaborava con Ninni Cassarà ucciso il 14 novembre del 1982. A seguire ci si fermerà dinnanzi alla lapide che ricorda la morte del generale Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo.

WhatsApp Image 2022-09-28 at 09.50.13 (1).jpeg
Piazza Capitaneria di Porto, 24, 90133 Palermo PA, Italia

Nelle due settimane del soggiorno palermitano di Goethe nell’aprile del 1787, la marina di Palermo con i suoi paesaggi, il Monte Pellegrino, i promontori lontani a sud-est, la passeggiata monumentale e la Villa Giulia, fu la cornice ricorrente di momenti significativi del suo Grand Tour. Momenti in cui alla mente di Goethe si affollano tante suggestioni e nuove idee che contribuirono a quella rinascita spirituale che fu l’esito finale del suo viaggio in Italia. Nel ripercorrere i luoghi visitati da Goethe, si cercherà di ricostruire il suo sguardo, e seguendo il filo dei suoi pensieri, di raccontare le impressioni e le suggestioni suscitate in lui dal paesaggio e dall’osservazione della natura di Palermo.

Senza-titolo-1-4-1024x670.png
Piazza Sant'Alfio, 34, 95039 Trecastagni CT, Italia

La bellezza di un antico borgo dellEtna posto a 586 metri sul livello del mare il cui nome è dedicato ai tre santi martiri (casti agnelli) patroni del paese, Alfio, Filadelfo e Cirino (Tres Casti Agni) del III secolo dopo Cristo; ci si muove tra storie naturalistiche e vie basaltiche che hanno stregato il mondo della musica, del cinema e della letteratura.

viagrande.jpg
Via Luigi Paternò Raddusa, 7, 95029 Viagrande CT, Italia

Viscalori e il fascino di Viagrande

Lo spettacolo di un antichissimo borgo medievale dellEtna rappresenta la chiave dispirazione per set cinematografici, tappe musicali illustri, la letteratura verghiana e non solo. La storica Via Regia” vi aspetta per raccontarvi la sua storia.

Passeggiata-(2).jpg
Piazza del Duomo, Cefalù, PA, Italia

Una passeggiata fra strade, vicoli e cortili, tra storia e tradizioni della Città fortificata. Si parte dal quartiere un tempo ebraico della Giudecca, dove si apre la megalitica Postierla, una porta sulla scogliera. Poi si cammina sul Molo Vecchio dei pescatori, location del film Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso” e si chiude con la visita del suggestivo quartiere arabo-normanno di Francavilla.

gattopardo.jpg
Piazza S. Giorgio dei Genovesi, 90133, Palermo, Palermo, Italia

L’itinerario ripercorre gran parte dei luoghi del centro storico di Palermo che fanno da sfondo a episodi del romanzo. La passeggiata si svolge attraversando i due quartieri marinari, la Loggia e la Kalsa, congiungendo le due estreme dimore dello scrittore: la casa di via Lampedusa, in cui Giuseppe nacque nel 1896 e che fu costretto ad abbandonare dopo i bombardamenti del ’43, e la casa di via Butera, l’ultima in cui visse e dove immaginò la propria morte. Fra questi due estremi si svolge il percorso denso di riferimenti all’opera letteraria di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Sul canovaccio narrativo che integra notizie storiche, biografiche e di costume, sono innestate le letture espressive di passi scelti tratti da “I Ricordi d’infanzia” e da “Il Gattopardo”.

pellegrini.jpg
Cortile Pellegrini, 90134 Palermo, PA, Italia

La passeggiata tra i vicoli del centro storico, ricostruirà l’antico itinerario percorso dai pellegrini e dai cavalieri medievali. Le tappe di questo viaggio, con tanto di passaporto da timbrare, porteranno alla riscoperta di luoghi familiari ma sotto una nuova luce. Si parte dalla Chiesa di Santa Cristina La Vetere, passando dalla chiesa capitolare di San Cataldo attraversando così i luoghi legati ad importanti protettori e simboli della città come Rosalia Sinibaldi e Santa Cristina. Il fil rouge è quello del pellegrinaggio e dell’accoglienza promossi nel Medioevo dagli ordini Cavallereschi. Sarà un viaggio alla scoperta di una Palermo antica e affascinante, crocevia di viandanti e viaggiatori verso i luoghi santi.

florio2.jpg
Foro Italico Umberto I, 1, 90133 Palermo PA, Italia

Dalla statua di Vincenzo Florio al Foro italico, attraversando i quartieri a mare del centro storico fino a piazza Ignazio Florio, questa passeggiata tocca i luoghi che videro l’affermarsi di una delle più grandi dinastie imprenditoriali italiane. Lungo il percorso scopriremo le tracce delle tante attività dei Florio e ne racconteremo la storia inquadrandola nel più ampio contesto dei grandi mutamenti economici, tecnologici, e politico-sociali che cambiarono profondamente l’Europa e il mondo occidentale nel corso dell’800. Al di là della cornice storica generale, a cui fare necessario riferimento, racconteremo la vicenda dei Florio soprattutto come straordinaria avventura imprenditoriale ed umana che ha segnato la Palermo dell’800.

vucciria.jpeg
Piazza San Giorgio dei Genovesi, Palermo, PA, Italia

La passeggiata si prefigge di illustrare la storia mutevole e affascinante della Vucciria che, univocamente identificata con il suo mercato, è invece un quartiere commerciale a vocazione internazionale, per l’insediarsi in esso delle Nazioni estere che vi costituirono Chiese e Logge. Esse manifestano, tra ‘400 e ‘500, una vitalità e un talento la cui espressione è il genio artistico (o Palermu lu granni) realizzato da Pietro da Bonitate nella piazzetta Garraffo nel 1483 in contemporanea al Genio (Palermu lu nicu) che Antonio da Como realizzava per Palazzo Pretorio.

p3-1.jpeg
Piazza Marina, Palermo, PA, Italia

La passeggiata vuol  far comprendere il processo progettuale del “fare scarpiano” in due edifici: Palazzo Abatellis e Palazzo Chiaromonte- Steri. Questi sono i luoghi di mediazioni complesse fra l’impegno progettuale dell’architetto Carlo Scarpa e il senso di misura e di armonia complessiva. Si tratta di una ricognizione mirata che racconta di ambiti spaziali che, come storie parallele apparentemente disgiunte, tornano ad avviarsi insieme rivelando la fisicità dello spazio costruito e le relazioni essenziali con la città contemporanea. Immergersi passo dopo passo in queste architetture ci aiuterà nella comprensione del processo di rivitalizzazione che Scarpa ha innescato, concorrendo così a disvelare nuove strutture narrative capaci di guardare ai tratti del nostro tempo.

oreto.jpg
Corso dei Mille, 399, Palermo, PA, Italia

L’itinerario racconta in che modo la città si è rapportata con il fiume Oreto attraverso un excursus urbanistico che dal ponte dell’Ammiraglio porta al quartiere residenziale di edilizia pubblica chiamato Borgo Ulivia. Il percorso si snoderà costeggiando il fiume e spiegando di volta in volta quando e perché la città si è allontanata dal fiume o al contrario quando il fiume è stato costretto a spostarsi per dare spazio all’urbanizzazione selvaggia. Le tappe previste (ponte dell’Ammiraglio, via Paternò e gli orti, la Guadagna, il presidio ospedaliero della Guadagna, l’ex stabilimento Italtel, i giardini dell’Oreto, Borgo Ulivia) raccontano in chiave urbanistica in che modo fiume e città si sono posti in relazione tra di loro nel tempo.

n. La-Favorita.jpg
Viale Duca degli Abruzzi, 1, 90146 Palermo, Palermo PA, Italia

Il percorso si svilupperà all’interno del parco della Favorita, uno dei parchi urbani più grandi d’Italia, che nasconde al suo interno alcune caratteristiche peculiari della vegetazione e fauna siciliana. Si incontrerà l’ulivo millenario e si osserverà le specie più rappresentative e tipiche dei nostri ambienti. Si raggiungeranno poi le falde di Monte Pellegrino e se ne osserveranno gli aspetti geologici e naturalistici che lo rendono un monumento naturale e punto di riferimento della città. 

10 24 61.jpg
Area attrezzata, SS186, 18, 90046 Borgetto, PA

Il percorso comincerà all’ombra del bosco di Aglisotto, nei pressi di Giacalone, dove strada facendo, ammireremo numerosi ambienti anche umidi e freschi. Avremo modo di arrivare ai margini di uno dei boschi di leccio più antichi e intatti dei Monti di Palermo: il bosco di Costalunga, circondati da ampi panorami sulla valle dell’Oreto.

14.jpg
Piazza Valdesi, Palermo, PA, Italia

Un itinerario nel cuore liberty della città disegnata “en plein air”, affacciata su uno scorcio di golfo che ancora oggi racconta la bellezza di un’epoca nonostante le incursioni della modernità. Villini e giardini popolano lo scenario con lo stile e una concezione che divenne un impulso a guardare l’edilizia come luogo di residenza moderno e ideale, di villeggiatura nel comfort e nell’eleganza, di godimento dell’habitat marino. Immersi in uno scenario d’atmosfera ideato e costruito da architetti e urbanisti visionari che ne fecero un gioiello fuori dalla città, geniali ideatori e artefici di una costruzione del bello che lavorarono tra la fine dell’Ottocento e i primi del secolo successivo, fino ai giorni nostri.

Senza-titolo-1-4-1024x670.png
Piazza della Repubblica, Ragusa, RG, Italia

A piedi alla scoperta di alcuni tesori dell’antico borgo guidati dal professor Gaetano Cosentini. Un itinerario alla ricerca dei luoghi simbolo del quartiere come palazzo Cosentini, l’Itria, la Cancelleria, e la via delle sepolture, via Velardo, una delle poche vie sacre in Sicilia. 

Senza-titolo-1-4-1024x670.png
Piazza San Giovanni, Ragusa, RG, Italia

I giovani soprattutto non conoscono la loro città. Ecco una passeggiata alla riscoperta dei luoghi del centro storico di Ragusa superiore che non si frequentano quasi più e che qualcuno sconosce del tutto.

DSCF7467_1.JPG
Via Monte per Monte Bonifato, 123, 91011 Alcamo, TP, Italia

Un itinerario tra archeologia e natura, all’interno della riserva naturale orientata Bosco d’Alcamo, presso il Monte Bonifato. Dopo una breve presentazione partirà il trekking lungo il sentiero Panoramica est, che conduce all’area archeologica dell’abitato pluristratificato, dal periodo proto-elimo fino all’età federiciana. Si proseguirà all’interno della Riserva fino alle cisterne di epoca basso medioevale, per raggiungere la cima (826 metri d’altezza), fino ai ruderi del Castello dei Ventimiglia, e della Torre Saracena.

Abbigliamento da trekking in montagna (acqua, cappello e scarpe adeguate)

Via Luigi Capuana, 1, 91011 Alcamo, TP, Italia

Un itinerario tra le antiche vie della città raccontandone la storia, dalle origini ai giorni nostri. Dall’impianto urbanistico si potrà notare l’evoluzione dell’abitato, da Casale Alqamah (con vicoli ciechi e impianto circolare) fino allo schema ortogonale, a scacchiera che caratterizzerà il centro storico dal 1200 in poi. Passando per il Castello dei Conti di Modica, si proseguirà fino a piazza Ciullo, che deve il suo nome al famoso poeta della corte federiciana. Durante l’itinerario si potranno ammirare palazzi di epoca barocca, torri e chiese di gusto gotico catalano, chiaramontano, neoclassico.

Si consigliano scarpe comode.

19.jpeg
Via XXVII Maggio, 11, Palermo, PA, Italia

Non un semplice, seppur affascinante, tour tra i murales, ma un’occasione per condividere un percorso in divenire che nasce dalla convinzione che le buone pratiche di partecipazione possono riportare al centro quei luoghi troppo spesso considerati al margine, utilizzando un linguaggio alternativo e contemporaneo volto anche a diffondere una narrazione differente sul territorio. Ad accompagnare i partecipanti al tour Simona Sciortino di Palermo Guide Tour assieme ad alcuni membri dell’alleanza creativa di Sperone167. Il filo rosso che lega questa associazione é il desiderio di rendere manifesto tutto ciò che oggi è negato (infanzia negata, diritti negati, mare negato, spazi negati), e passare dalla constatazione della negazione all’impegno per il cambiamento. Dal 10 al 22 Ottobre allo Sperone di Palermo interverranno le artiste argentine Medianeras. La loro opera sarà inaugurata sabato 22 ottobre con la Visual Art Experience curata da Odd Agency e la performance di alcuni artisti della scena musicale.

Piazza Danisinni, Palermo, PA, Italia

Quarta partecipazione per Buongiorno notte con Le Vie dei Tesori. Appuntamento a Piazza Danisinni, oggetto del progetto artistico “Rambla Papireto”, volano per inclusione sociale e recupero ambientale, attraverso laboratori di Street Art e di Circo sociale. I progetti artistici hanno avuto il merito di far conoscere il quartiere, aprirlo a un movimento artistico, culturale, puntando sullo scambio sociale, creando la fattoria urbana che sarà tappa della visita, un luogo in cui l’isolamento diventa un fattore unico, un plus, rendendo Danisinni un’oasi nel caos cittadino, un luogo dove ritrovarsi. La visita oltre al giro della piazza e della scalinata storica, prevede la visita al Museo Sociale e alla Fattoria Didattica. Alla fine possibilità di ascoltare il concerto che Piano City organizzerà in piazza alle  19.

Concerto gratuito senza assegnazioni di posti. Programma in via di definizione

Mostro 41 risultati di 60 su 65

Editor Picks

ItalianEnglishChinese (Simplified)
Le Vie dei Tesori

Send this to a friend