Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

19 Viale delle Sirene

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il bastione difensivo con la “fossa” dei condannati

È uno dei bastioni del Ferramolino voluti da Carlo V per difendere le città siciliane contro le continue incursioni dei pirati turchi. Sant’Anna fu costruito in corrispondenza dell’angolo di nord-ovest dell’antica città murata, in pietra rotta rivestita di conci intagliati; aveva le mura inclinate, con un’ampia superficie di calpestìo nella parte superiore, difesa da poderose merlature, in grado di assorbire l’urto delle palle di cannone. In seguito divenne una prigione con tanto di camera del boia e di “fossa”, la famigerata cella profondamente interrata, senza aria né luce, in cui languivano i condannati. Sulla parete del bastione che oggi guarda verso alcune palazzine costruite in epoca più recente, spiccano le insegne spagnole scolpite sullo stesso tufo.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend