Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

100 Corso Calatafimi

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il tesoro arabo-normanno che ispirò Boccaccio

Era uno dei palazzi del “sollazzo” dei sovrani normanni. Sorge nell’attuale corso Calatafimi, dove un tempo si estendeva uno splendido parco verde, il “Genoardo”, un paradiso terrestre. Fu edificato dal Guglielmo Il Buono, nello stesso periodo della più famosa residenza fiabesca, la Zisa. Nei secoli successivi, ebbe varie vicissitudini e cambi di proprietà. Il luogo divenne persino scenario, scelto da Boccaccio, per una novella amorosa del “Decameron”. Nel XV secolo Alfonso Il Magnanimo concesse il magnifico Castello al viceré Guglielmo Raimondo Moncada, ma, nel secolo seguente, quando imperversava la peste, la Cuba, che in arabo significa arco, fu declassata a lazzaretto. Sotto i Borbone venne accorpata a una caserma. Alla fine del 1900 è stata recuperata e restaurata. Oggi risplende con la sua cupoletta rossa e gli archi tipici dell’architettura normanna siciliana.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)