Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

Via Castello Maniace, 51, Siracusa

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Coupon 10 Ingressi

Coupon 4
Ingressi

Coupon 1
Ingresso

Coupon 10 Ingressi

Coupon 4 Ingressi

Coupon 1 Ingresso

Abstract


La “dote della regina” e il banchetto-trappola

Deve il suo nome al generale bizantino Giorgio Maniace, uomo che tolse, nel 1038, Siracusa agli arabi; ma fu con Federico di Svevia, nel Duecento, che divenne uno tra i più imponenti castelli dell’epoca, con una spettacolare vista sul mare. Con gli Aragonesi diventò “Camera reginale”, istituto che faceva di Siracusa – e di parte del territorio circostante – la dote di nozze della regina, a partire dalla moglie di Federico III, Eleonora di Napoli, prima a ricevere il dono. I baroni siracusani continuavano a ribellarsi e, più di un secolo dopo, il re Alfonso il Magnanimo corse ai ripari. Inviò in città il capitano Giovanni Ventimiglia, conte di Geraci, che organizzò un banchetto con venti degli oppositori più aggressivi. Prima che la festa fosse finita, li fece decapitare senza tanti complimenti. L’istituto fu abolito nel 1537.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend