Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

40 Via Crociferi

Durata visita

-

Accessibilità

-

Contributo

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero coupon

Abstract


Il gioiello delle monache e la vista dalla lanterna

La chiesa di San Giuliano fa parte del complesso monasteriale benedettino femminile di clausura omonimo e venne progettata nel 1739 dall’architetto Giuseppe Palazzotto. Particolare per la sua croce greca e la pianta ottagonale allungata, all’interno custodisce preziosi altari in marmi policromi. Sull’altare maggiore, settecentesco, è possibile ammirare un crocifisso ligneo bizantino, uno dei più antichi di Catania e due figure femminili raffiguranti la fede e la speranza. Infine, la volta custodisce un affresco, dipinto da Giuseppe Rapisarda nel 1842, raffigurante San Berillo (primo vescovo di Catania) che riceve il Vangelo da San Pietro. Dalla cantoria, luogo accessibile, in passato, solo alle monache di clausura, si ha una vista privilegiata, dall’alto, della chiesa. Questo ambiente conduce dapprima al terrazzo, da cui si può ammirare l’ex monastero nella sua interezza, la cupola loggiata e soprattutto, si accederà per la prima volta all’inedita lanterna.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend