ciao ciao

Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

54 Via dell'Università

Durata visita

-

Accessibilità

-

Contributo

-

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero coupon

Abstract


La collezione del museo del costume Raffaello Piraino

Tomasi di Lampedusa nel “Gattopardo” descrive il contenuto di alcune casse con il corredo di Concetta, giovane figlia del principe Salinas, mai utilizzato perché la fanciulla rimase nubile. Credenza popolare fu che quegli abiti, accessori e biancheria portassero sfortuna ad ogni futura ragazza da marito. A distanza di molti anni Raffaello Piraino acquistò da un rigattiere uno di questi abiti per la sua collezione che stava nascendo. E che oggi conta oltre cinquemila capi di abbigliamento e accessori tra abiti, corpini, douillettes, paletots e manteaux, vesti da casa, robes volants, accessori, pizzi e tessuti, biancheria intima, stampe e accessori, abbigliamento etnico, uniformi civili, militari, abiti infantili e religiosi. Capi che provengono da famiglie siciliane di epoche tra il 1700 e il 1950 e che consentono un viaggio attraverso tre secoli di moda e di società, con mise firmate da celebri couturiers come Poiret, Fortuny, Worth junior, Schiaparelli e Doucet. E le italiane La Ville de Lyon di Firenze, Serafina Barberis di Torino, Angelici & Figli di Napoli. Una collezione che si arricchisce con continue acquisizioni, donazioni e comodati.

Mappa


Editor Picks

ItalianEnglishChinese (Simplified)
Le Vie dei Tesori

Send this to a friend