Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

2 Via Bambinai

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


La prima Santa Rosalia da “patrona” della città

È un vero libro di storia dell’arte da sfogliare. L’oratoriofu edificato dal 1574 per volere della potente Compagnia del Santissimo Rosario in San Domenico, a cui erano legati facoltosi mercanti e celebri artisti. Nel 1627 fu realizzato il presbiterio, e a fine ‘700 fu rifatto il prospetto su progetto di Vincenzo Fiorelli.Le quattordici splendide tele dedicate ai Misteri del Rosario furono realizzate nel ’600 da grandi pittori siciliani e stranieri. A sinistra i Misteri Gaudiosi (con le firme del Borremans, di Novelli e Gerardi), a destra i Misteri Dolorosi (Matthias Stomer, e la Crocifissione copia sull’originale di Van Dyck), sulla parete d’ingresso i Misteri Gloriosi (Luca Giordano e il Novelli, autore anche dell’Incoronazione della Vergine, al centro della volta). Per esaltare il significato teologico delle tele, intorno al 1714-1717, fu commissionato a Giacomo Serpotta il sontuoso apparato decorativo, tra statue, putti, giochi prospettici. Sull’altare del Vitagliano, la tela che nel 1624 i confrati commissionarono aVan Dyck: è la prima immagine di Santa Rosalia “patrona” della città dopo la liberazione dalla peste.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend