Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

-

Indirizzo

397 Via Etnea

Durata visita

-

Accessibilità

-

Contributo

-

Ottieni coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero coupon

Abstract


A zonzo tra piante rare e lave di epoca romana

Correva l’anno 1788 quando l’Università di Catania istituì la prima cattedra di Botanica, affidandola a Matteo Di Pasquale e successivamente a Ferdinando Cosentini. Mancava, però, un luogo fisico in cui poter dimostrare ciò che era spiegato in teoria dai professori durante le loro affollate lezioni. I due luminari, con grande tenacia, trovarono questo luogo, individuando un piccolo appezzamento di terra da destinare a orto accademico. Per la fondazione di un Orto Botanico vero e proprio, però, dovranno trascorrere ancora alcuni decenni. Oggi l’Orto Botanico si estende su una superficie di circa 16 mila metri quadrati, su un terreno che è in parte di origine vulcanica, con lave millenarie di epoca romana, e in parte dovuto ad un sistema alluvionale. Da non perdere, fra le tante meraviglie verdi, l’hortussiculus, con la sua collezione di piante spontanee dell’Isola, alcune delle quali rarissime e pressoché estinte.

Il numero minimo per attivare la visita all’ Orto botanico ed Herbarium è di 10 partecipanti 

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend