Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

215 Via Maqueda

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Se sei in possesso di un codice coupon multi-ingresso potrai riscattarlo e procedere con la prenotazione..

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il ventre dei Quattro Canti e l’affresco del Velasco

Una testimonianza del genio del passato, perché Palazzo Costantino doveva essere veramente magnifico: oggi sopravvive un affresco straordinario del Velasco, vera opera di ingegno e bellezza. E’ stato il luogo più visitato dell’ultima edizione delle Vie dei Tesori, e non poteva mancare: riapriranno infatti le porte del settecentesco Palazzo Costantino, il “Canto” nordovest di piazza Vigliena, esempio del passato barocco della città. Investito dalla stessa spoliazione post-bellica dell’adiacente Palazzo di Napoli, ha vissuto un destino di abbandono e il tentativo – poi fallito – di crearvi un albergo-museo. Palazzo Costantino fu costruito nella seconda metà del XVIII secolo su precedenti strutture seicentesche. Acquistato dal marchese Costantino e Leone, fu ristrutturato nel 1785, su progetto di Venanzio Marvuglia, i soffitti furono affrescati da Gioacchino Martorana. Degli arredi di un tempo non vi è più traccia. Ma è un’emozione entrarci. Nella galleria l’affresco di Giuseppe Velasco “La battaglia di Costantinopoli” occupa interamente il soffitto e sembra immune al tempo e all’abbandono.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend