Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

4 Viale Giostra

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero coupon

Se sei in possesso di un codice coupon multi-ingresso potrai riscattarlo e procedere con la prenotazione.

Abstract


Il mistero irrisolto della sepoltura dell’artista

Un luogo avvolto da un alone di mistero, in cui storia e leggenda s’intrecciano. Una chiesa che ne nasconde un’altra, su cui storici e studiosi si arrovellano da anni per decifrarne gli enigmi. Come quello della tomba di Antonello da Messina che, secondo alcuni studiosi, si troverebbe proprio qui. È documentata, infatti, la volontà del grande pittore messinese di essere sepolto in questa chiesa. Primo convento dei Carmelitani in Sicilia edificato nel 1166, fu rifondato nel 1418 dai Frati Minori Osservanti, poi nell’Ottocento una nuova chiesa fu costruita sui resti della precedente, danneggiata da terremoti e alluvioni. Dell’edificio si erano perse le tracce fino a quando è rispuntato casualmente nel 1989 durante lavori su viale Giostra. Gli scavi hanno portato alla luce un locale di sepoltura, dietro l’altare maggiore, con sedili dotati di colatoi, dove venivano posti i corpi dei frati. Recenti indagini hanno confermato che sotto la chiesa ottocentesca sopravvivono parti di quella medievale, e ancora più giù, a decine di metri di profondità, potrebbero trovarsi le ossa dell’artista.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend