Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine Widgets Magazine

Informazioni utili


Giorni Apertura

I am service box text. Click edit button to change this text.

Indirizzo

9 Piazza Leoni

Durata visita

I am service box text. Click edit button to change this text.

Accessibilità

I am service box text. Click edit button to change this text.

Ottieni Coupon


Scegli giorno
Scegli orario
Seleziona numero ingressi

Compra solo questa visita

Utilizza (se ce l’hai già) il coupon multi-ingresso da 10 o da 4 visite

Acquista il coupon multingresso da 10 o da 4 visite

Abstract


Il salone misterioso con i simboli massoni

Secondo il Villabianca, la fondazione di Villa Airoldi si deve a Girolamo Riggio, marchese delle Ginestra e successivamente al presidente della Gran Corte, Don Stefano Airoldi e al fratello, monsignor Alfonso, entrambi magistrati. Sulla facciata neoclassica, posteriore al 1780, si trovava lo stemma della famiglia, uno scudo con un’aquila incorniciato da punte di lance e drappeggi. I saloni sono magnifici, decorati e affrescati. Nel salone delle feste, un affresco racconta le nozze di Amore e Psiche, copia esatta di uno scenario della Farnesina a Roma. In un salone vicino, un altro affresco, stavolta misterioso, con segni tipici della massoneria come il triangolo e le corna sull’elmetto. Il parco inizialmente fu progettato come luogo privato della villa, ma già a fine Settecento gli Airoldi dovettero cederne una parte per far posto alla Riserva di caccia di re Ferdinando cacciato da Napoli. Possiede un complesso sistema di chiusura verso la Favorita, con piloni e muro in pietra. Oggi ospita il Villa Airoldi Golf Club, che propone (vedi alla voce Esperienze) la possibilità di una prova di golf.

Mappa


Editor Picks

Le Vie dei Tesori
ItalianEnglishChinese (Simplified)

Send this to a friend